IL PIGIAMA DEI VOSTRI SOGNI: il primo gioco dei Topipittori per illustratori

26 febbraio, 2013

Il grande libro diei pisolini, Giovanna Zoboli e Simona Mulazzani, Topipittori 2013

In occasione dell’uscita de “Il grande libro dei Pisolini“, i Topipittori lanciano il loro primo gioco per illustratori.
Ecco come si gioca:

Cose che bisogna sapere sul gioco per illustratori:
1) Non si vince niente.
2) Non si cedono diritti di nessun tipo sull’immagine inviata al gioco, se non quello di pubblicazione nel blog e sulla pagina Facebook dei Topipittori. L’immagine e i relativi diritti restano di proprietà dell’autore.

Cosa dovete fare:
a) Realizzare un’illustrazione, con qualsiasi tecnica che raffiguri il pigiama che avete sempre sognato di indossare. Ricordatevi che deve essere il pigiama dei vostri sogni. E quindi potete farlo indossare a chiunque. O a nessuno. O a due o tre persone simultaneamente.
b) Riprodurre l’illustrazione in formato jpg, facendo in modo che il file non superi i 200 kb.
c) Inviare il file all’indirizzo email pigiamitopi@gmail.com entro le ore 23.59 del 6 marzo 2013 (farà fede l’ora di ricezione indicata da gmail).
d) Aspettare pieni di speranza.

Che cosa accade dopo il 6 marzo:
i) Una giuria composta da Topi (Giovanna, Valentina, Marco e Paolo) selezionerà venti illustrazioni fra quelle pervenute. Il giudizio della giuria è insindacabile.
ii) Le illustrazioni selezionate saranno pubblicate in forma anonima nel blog dei Topipittori il giorno 13 marzo 2013 e sottoposte al giudizio dei lettori del blog, che potranno votare indicando il numero dell’immagine prescelta.
iii) I lettori del blog avranno tempo per votare fino alle ore 23.59 del 17 marzo 2013.
iii) Le tre immagini più votate saranno dichiarate vincitrici. Non vinceranno niente, ma saranno pubblicate in gran pompa, con accompagnamento di fanfare, in un post sul blog dei Topipittori il giorno 20 marzo 2013, con commosse dichiarazioni degli autori, motivazione della giuria e qualcos’altro che ci faremo venire in mente.
Diffondete e partecipate numerosi!

22 Risposte per “IL PIGIAMA DEI VOSTRI SOGNI: il primo gioco dei Topipittori per illustratori”

  1. 1 daniela tordi
    26 febbraio, 2013 at 12:50

    Bè, a questo… sarà davvero difficile resistere!

  2. 2 Ila
    26 febbraio, 2013 at 14:17

    Wow!!
    Come non partecipare e condividere!

    Grazie!
    Ila

  3. 3 Nicky
    26 febbraio, 2013 at 14:48

    Che bell’idea!! Mi piacciono i giochi!!! :D
    Provo molta meno ansia da prestazione ;)

  4. 4 cristina berardi
    26 febbraio, 2013 at 15:05

    ..sono d’accordo con Nicky! Mi metto al lavoro anch’io :))))

  5. 5 Mammozza
    26 febbraio, 2013 at 15:47

    Io aspetto di votare…

  6. 6 Eva
    27 febbraio, 2013 at 1:33

    Però anche solo un libricino con tanto di dedica topesca sarebbe una bella ricompensa! ;)Oppure anche un gatò di patate

  7. 7 paolo
    27 febbraio, 2013 at 7:53

    @Eva:non possiamo promettere premi, neanche un libro. Se lo facessimo diventerebbe un concorso a premi, soggetto a procedura di autorizzazione ministeriale. E non sarebbe più un gioco. Ma ci sarà senz’altro, come detto sopra, «qualcos’altro che ci faremo venire in mente».

  8. 8 Paolo
    27 febbraio, 2013 at 9:27

    I Topipittori sono lieti di informarvi che il primo pigiama è già arrivato al’indirizzo pigiamatopi@gmail.com.
    Ed è felinamente bellissimo.

  9. 9 Anna Castagnolil
    27 febbraio, 2013 at 9:36

    Paolo ciao,
    spiegami una cosa, che mi interessa per LeFiguredeLibri:
    ma voi non potete dare un premio (neanche un libro) pubblicamente su un blog perché siete editori o perché avete un blog?
    Perché ne ho parlato ieri sera con Julien e lui mi ha detto che sa che su Facebook è vietatissimo. Non si può neanche far votare con like una foto o un disegno se c’è in ballo un qualsiasi premio.
    Non lo sapevo.
    Ma un blog non è, a differenza di FB, uno spazio privato? Cioè questo è il mio blog, perché non posso decidere di fare un mini concorso gratuito e regalare una scatola di cioccolatini?

  10. 10 Nicky
    27 febbraio, 2013 at 10:09

    Ciao Anna, tramite blog io conosco i cosiddetti “giveaway”. Sono delle sorta di concorsi con un premio in palio. I partecipanti in genere, mettono un like o un commento e il vincitore viene estratto a sorte(ci sono siti appositi).In genere però l’ho visto fare così relativamente a siti di handmade con in palio una “creazione” del blogger in questione.
    Per esempio: tu metti in palio un tuo disegno, ognuno di noi commenta con un numero e poi viene estratto il vincitore a caso (io naturalmente ihihih scherzo!!).

    Ma credo ci possano essere altre formule per fare una cosa del genere…

  11. 11 Nicky
    27 febbraio, 2013 at 12:08

    ….O forse si potrebbe parlare di “Contest” meglio?
    Non so….

    Ora mi viene in mente che Simone Rea, per esempio, aveva lanciato una specie di “concorso” tempo fa.. vi lascio il link
    http://simonerea.blogspot.it/p/gli-amici-della-rana.html

    e in palio se non erro aveva messo dei quaderni con una copertina da lui illustrata!

    Quindi…si può fare! Anche i cioccolatini sono graditi Anna :)

  12. 12 paolo
    27 febbraio, 2013 at 14:51

    La differenza fra i Topipittori e Simone Rea è che i Topipittori sono un’impresa. Quindi, se fanno un concorso a premi, cioè una qualsiasi iniziativa nella quale una persona, sorteggiata o selezionata, vince qualcosa che ha un valore commerciale diverso da zero, devono avviare una procedura presso il ministero dello sviluppo economico a tutela della correttezze delle procedure di estrazione o di selezione stabilite e dell’espletamento degli obblighi tributari relativi (il 20 per cento del valore dei premi deve essere versato come imposta, se non sono cambiate recentemente le aliquote).
    Se un privato cittadino può fare (più o meno) quello che vuole e se infrange la legge, magari gli organi di vigilanza chiudono un occhio, se io faccio un concorso a premi senza autorizzazione ministeriale, via internet, la polizia postale mi denuncia alla Guardia di Finanza.
    Quindi, ecco la necessità di fare un gioco dove non si vince niente, se non il piacere di partecipare, di disegnare, di guardare le figure e di votare.
    Dispiace, ma è così.

  13. 13 Enrica S.
    27 febbraio, 2013 at 15:35

    Per me un gioco è un momento di puro divertimento, e questo gioco lo è…
    Grazie ai Topipittori per la proposta e grazie ad Anna per averla postata sul suo blog.

  14. 14 Anna Castagnolil
    27 febbraio, 2013 at 15:40

    Io partecipo solo se si vince un pisolino lungo un intero inverno!

    Grazie Paolo per la spiegazione.

  15. 15 Nicky
    27 febbraio, 2013 at 15:58

    @Paolo: non volevo assolutamente dire che siccome c’è chi lo fa, lo possano fare tutti!!
    Erano solo delle formule di “concorso” che ho visto adoperare in rete.
    Grazie mille anche da parte mia per le spiegazioni!

    A noi non dispiace disegnare :)

  16. 16 Lorenzo M
    27 febbraio, 2013 at 16:08

    un lungo letago non sarebbe male come premio…

    ma ci possono anche essere premi empirici.. tipo, una hola di tutta la redazione topipittori in video.. mmm
    un attestato al valore insignita dal mago sabbiolino..
    o anche una bella ninna nanna cantata su mp3

    ah, buona notte :)

  17. 17 Anna Castagnolil
    27 febbraio, 2013 at 18:34

    Io voglio una ninna nanna cantata in Mp3.

  18. 18 paolo
    27 febbraio, 2013 at 19:01

    Come in Mp3?
    Pensavamo di andare casa per casa a fare il coretto, dopo il pigiama party.

  19. 19 Camilla
    27 febbraio, 2013 at 20:21

    Sisisisisisiiiiii voglio il pigiama party e il coretto casa per casaaaa :)

    Grazie Topi, che gioco bellizzzzzimo!

  20. 20 Gioia
    28 febbraio, 2013 at 10:00

    A me solo pronunciare la parola p i s o l i n o fa sbadigliare!
    Ci piace ci piace!
    Io metterei segretamente in palio un piccolo cuscino Prêt-à-porter con stampata sopra l’illustrazione del vincitore. :-)

  21. 21 Lisa Massei
    1 marzo, 2013 at 19:59

    Io voglio un video con ninna nanna inclusa :)

  22. 22 Astera
    1 marzo, 2013 at 22:13

    Voglio giocare anch’io…!