11 editori spagnoli e un manifesto

Si stanno unendo, fanno feste, scrivono manifesti, sono allegri, costruiscono progetti insieme. Sono 11 editori indipendenti catalani: hanno capito che unire le forze √® pi√Ļ intelligente che stare chiusi nel proprio guscio.
Sono: A buen paso, Thule, Babulinka, Takatuka, Coco Books, Libros del Zorro Rojo, Corimbo, Kalandraka, Ekaré, Juventud, Flamboyant.

Manifesto dell’album illustrato
11 ragioni

1)Perché qualunque persona, a qualsiasi età, ha bisogno di arte e si bellezza per abitare il mondo.
2) Perché condividere letture in famiglia o con amici è volersi bene, e unisce; senza nulla togliere al piacere di leggere un album in solitudine.
3) Perché quando relazioniamo testo e immagine, decifriamo un codice perfetto, impariamo a pensare, a attribuire significati, a emozionarci.
4) Perché un album illustrato costa molto meno di una torta di compleanno o della bottiglia di spumante con cui salutiamo l’anno vecchio, eppure, dura tutta la vita.
5) Perché attraverso una ricostruzione narrativa possiamo comprendere quello che accade nel mondo e nella nostra propria esperienza.
6) Perch√© lasciando un pagina per tuffarci in quella dopo si risveglia la nostra immaginazione. E arrivati alla fine vorremmo urlare: ¬ęAncora!¬Ľ.
7) Perché specchiandoci nelle storie illustrate ci riconosciamo come persone, protagonisti di storie, e scopriamo che non siamo soli.
8) Perché se un adulto non capisce cosa accade nella pagina di un libro, glielo spiega un bambino.
9) Perch√© se hai dimenticato un album in fondo a un cassetto, il giorno che per caso te lo ritrovi tra le mani, sarai contento come per il pi√Ļ bel regalo.
10) Perché per contemplare il mondo bisogna fermarsi a riconoscere le tracce e i dettagli nascosti nelle immagini. Un album illustrato cattura il tempo, e ti invita a riflettere.
11) Perché la lettura degli album illustrati arricchisce la sensibilità artistica, sviluppa lo spirito creativo e ti rende libero.


Betty Miles, Remy Charlip. Che cosa è il mondo?

What is the world? (Che cosa √® il mondo?), 1958, testo di Betty Miles, illustrazioni di Remy Charlip, dovrebbe diventare una lettura obbligatoria per tutti i bambini del mondo e forse il mondo andrebbe un po’ meglio.

Il libro √® un’opera corale, firmata da alcuni dei futuri pi√Ļ grandi esponenti della pop-art newyorkese degli anni ’60.
La pop-art √® stato un movimento che ha restituito all’arte “alta” gli stendardi della cultura popolare: dalla pubblicit√† al cinema, dalle cartoline postali al fumetto.
Il libro è in pieno spirito pop-art.

Betty Miles

Iniziamo dal testo, firmato dell’attrice Betty Miles, che nel 1946 lasci√≤ il cinema per dedicarsi a tempo piano alla sua grande passione: l’insegnamento.
Saltella di pagina in pagina con un ritmo e una gioia liberatoria che fanno chiudere il libro e alzare lo sguardo verso il mondo che ci circonda pacificati con ogni cosa.
Il messaggio che attraversa le pagine è semplice come un raggio di sole: ogni cosa è mondo.

Il mondo √® il cielo, √® un semaforo, √® una casa, √® una vasca da bagno, √® una sedia, √® quando arriva una cartolina, √® tutto quello che √® piccolo, grande, pieno e vuoto, brillante e abbagliante (come una luna d’estate, come un cucchiaio d’argento), √® ieri, √® domani, √® i giorni in cui eri bambino, √® i giorni in cui sarai grande, √® quando dormi, √® quando pap√† va al lavoro, √® quando torna la sera, √® quando canti, √® quando giochi. Il mondo √® quando vai in viaggio in macchina e ti fermi in diversi posti, e ovunque tu vada, in barca, in aereo, in bicicletta, √® sempre il mondo.
Una lunghissima lista di oggetti, spazi, tempi, azioni termina nell’ultima pagina con “Il mondo sei tu“, dando la sensazione al lettore che si √® lasciato trasportare ovunque per il mondo, che tutto ha un centro (io/tu), ma che questo centro che pu√≤ espandersi fino ad abbracciare tutto il resto con un movimento gioioso.
Un inno all’amore e al rispetto per ogni cosa, che sia nobile o povera, piccola o grande, passata o futura, ma senza moralismo. La pace non √® un fatto morale, √® la gioia di sentirsi appartenere a questo mondo e di riconoscere a tutti e tutto lo stesso diritto.

 

What is the world? Betty Miles, Remy Charlip, New York, Alfred. A. Knopf 1958
Remy Charlip

Le illustrazioni (oltre alla “regia” del libro) sono di Remy Charlip, illustratore, scenografo, coreografo e ballerino (avevo gi√† analizzato tre dei suoi libri: qui e qui e qui. Charlip √® uno dei miei illustratori preferiti al mondo).
Fu uno dei fondatori della Merce Cunningham Dance Company, per la quale disegnò costumi e spettacoli, spesso accompagnato da John Cage.
Fondò anche la Paper Bag Players, una compagnia teatrale che aveva come programma quello di portare ai bambini sperimentazione teatrale di altissima qualità creativa. Tutti i suoi libri per bambini, non per caso, hanno un ritmo teatrale di millimetrica precisione e leggerezza.

L’affiche della Paper Bag Players
Uno spettacolo della compagnia Paper Bag Players, con i nomi dei suoi fondatori e attori

Guardate, nella due immagini qui sotto, che raffinato uso del bordo destro e sinistro della doppia pagina dell’album. Come una quinta teatrale, il margine esterno della pagina permette di creare due tempi diversi nello stesso spazio. A destra √® la porta di uscita (il pap√† va al lavoro) e sinistra √® la porta di entrata (il pap√† torna).

What is the world? Betty Miles, Remy Charlip, New York, Alfred. A. Knopf 1958

I risguardi sono di Ray Johnson, un artista neo-dada che divenne famoso per i suoi collage inviati via posta.
What is the world? Betty Miles, Remy Charlip, New York, Alfred. A. Knopf 1958

Ray Johnson, collage

I fiocchi di neve sono stati disegnati da John Cage, uno dei pionieri e teorici pi√Ļ sperimentali della musica contemporanea.

Infine, Charlip, con una delicatezza che commuove, non dimentica di menzionare nel colphone chi è il neonato nella foto e di chi è la manina che è stata usata come calco per la copertina: rispettivamente, August Vanderbeek e Ann Crane.
Perché tutto è mondo, e non bisogna dimenticare niente e nessuno.


Storia degli insetti (illustrati!) nei libri per bambini. Parte 2

Continuiamo la nostra passeggiata tra gli insetti illustrati (iniziata qui).

Kitty Crowther, Poka e Mine √† la p√™che, √Čcole des loisirs – Pastel

Da molti anni, l’illustratrice belga Kitty Crowther, premio ALMA 2010, firma una collana di piccoli album illustrati che hanno come protagonisti due insetti deliziosi: Poka e Mine.
Ne ha pubblicati 8 in 11 anni (la lista qui, sulla pagina dell’editore √Čcole des loisirs), tutti in piccolo formato (15×21), con copertina brossurata.
Forse pap√† e figlia o fratello maggiore e sorella, forse amici, di cui uno pare un adulto e l’altro una bambina (la natura della loro relazione non viene mai specificata), vivono, ad ogni libro, un semplice episodio quotidiano. Vanno al cinema; Mine si rompe un’ala; si svegliano e vanno al lago; giocano a calcio…
Nessuna avventura se non quella incredibile, quotidiana, di vivere.

Kitty Crowther, Poka e Mine au cinema, √Čcole des loisirs – Pastel

Un esempio in questo video di presentazione, dove Mine trova una conchiglia e pensa di regalarla alla nonna come cappello. Quando viene l’ora di andare a dormire, in sogno o per davvero, altre conchiglie vengono a trovarla.

I bambini vanno in visibilio per questa serie. Bisogna rileggergli la storia ancora, ancora e ancora. Troppo spesso ci dimentichiamo che per i bambini piccoli, gli snodi e i problemi della vita quotidiana – un ginocchio sbucciato, vestirsi e andare a scuola, una gita domenicale – sono momenti densi senso e emozione.

Kitty Crowther, Poka e Mine, Les nouvelles ailes, √Čcole des loisirs – Pastel

Quando ce ne ricordiamo, facciamo libri bruttissimi dove si vedono un bambino o una bambina fare le stesse cose che farebbero un bambino o una bambina, con la sola differenza che il bambino o la bambina di carta sorridono come un ebete per ogni cosa che fanno.
Il genio narrativo di Kitty Crowhter, invece, riesce a restituire a questi minimi fatti quotidiani tutto il fascino di un intero universo.
Intanto, perch√© i protagonisti sono insetti e non bambini. L’immedesimazione √® ha il velo pudico di un’allegoria. Poi, perch√© non si trovano nei testi sentenza sul mondo, prescrizioni morali, finali epici. Tutta la lievit√† misteriosa della vita reale, come in un film di √Čric Rohmer, riempie ogni pi√Ļ piccolo gesto di tensione e magia. Alla fine, niente. Alla fine del libro si sta su una foglia a contemplare il tramonto. Si va a dormire. Si torna a casa. Si preferiscono la ali vecchie a quelle nuove. Un niente che √® tutto.

Kitty Crowther, Poka e Mine, Le r√©veil, √Čcole des loisirs – Pastel

Peccato che in Italia non siano ancora stati tradotti. Li trovate editi in francese (Poka e Mine), inglese (Poka e Mia) e spagnolo (Poka e Mina), e in altre lingue.

Un altro libro di cui vi volevo parlare da tempo √® Sei zampe e poco pi√Ļ di Geena Forrest.
Fa parte di una nuova collana didattica curata da Topipittori: PiNO: piccoli naturalisti osservatori.

dav

L’editoria didattica, non solo in Italia, ma in Italia particolarmente, √® vergognosamente brutta.
Non si sa per quale mistero chimico, sembra che estetica e didattica siano due gocce idrofobe incapaci di stare insieme.
Nel libro di Geena Forrest, finalmente, un bambino potrà scoprire mille cose scientifiche sul mondo degli insetti accompagnato da disegni eleganti, colori equilibrati, silenzi fatti di bianche pagine di neve.
Si pu√≤ fare didattica con un’estetica curata.
Un libro perfetto per iniziare una passione entomologica: da soli o accompagnati da Geena Forrest, che oltre a illustrare insetti, tiene spesso laboratori estivi per scoprirli e disegnarli insieme ad adulti e bambini.
Info laboratori: qui.
Il racconto di Geena su come ha ideato e illustrato questo libro: qui.

dav

dav

dav

In un prossimo post vi parlerò di altri due libri sugli insetti, ma per adulti.
Anna Castagnoli


Presentazione Manuale dell’illustratore a Torino

Gioved√¨ 19 gennaio alle ore 19 presentazione del Manuale dell’illustratore presso
Bufò РLibreria РGiochi e Family Store
Via Monginevro 187/A
Con Anna Castagnoli

L’entrata √® libera (fino a esaurimento spazio, cuscini e mensole :)
Il Manuale si potrà comprare e far dedicare (fino a esaurimento copie).
Non √® obbligatorio, ma¬†se compilate il modulo al link seguente aiutate Marta Bianco, la libraia, a organizzare meglio l’evento (il nome/et√† del bambino non mettetelo):
www.libreriabufo.it/iscriviti
Qui sotto alcune foto dell’affollatissima (pi√Ļ di 130 persone di cui una trentina che purtroppo non sono riuscite ad entrare) presentazione del Manuale a Milano, presso Spazio BK.
Vi aspetto a Torino!
Anna Castagnoli

2Spazio BK
anna_debbieAnna Castagnoli e Debbie Bibo, agente letterario che ha presentato l’evento
Giovanni Gondoni, redattore, parla di Editrice Bibliografica e della collana I mestieri del libro

√ą uscito Il manuale dell’illustratore! Tutto lo scibile su questo mestiere.

√ą finalmente uscito Il manuale dell’illustratore, 247 pagine fitte fitte su questo strano e bellissimo mestiere che √® l’illustratore di libri per bambini.
√ą andata cos√¨: esattamente un anno fa ho ricevuto una mail da un editore storicamente specializzato in guide e manuali. In collaborazione con AIE (Associazione Italiana Editori) stavano curando una collana dal titolo “I mestieri del libro”. Qualcuno (non so chi sia, ma la/lo ringrazio) aveva suggerito il mio nome per un manuale che parlasse del mestiere di illustratore. Bambini e ragazzi? Chiesi. No, solo bambini: album. Accettai.
Mi sembrava il naturale sviluppo di tanti anni dedicati a consigliare e aiutare gli illustratori su questo blog, ma non avevo mai redatto un intero manuale e avevo un po’ di panico. Mi sarei persa a met√† strada come faccio spesso? Avrei trovato il tempo, con tutti i viaggi che faccio per tenere corsi?

Dopo qualche mese di ricerca e raccolta di materiale, questa estate, mi sono messa seriamente a scrivere. A un ritmo serrato di dieci ore al giorno (bellissimi giorni assolati davanti alla finestra della mia casa a Barcellona), in due mesi, ho scritto la guida.


C’√® tutto. Come realizzare un progetto; i concorsi; le migliori scuole in Italia e all’estero; il rapporto con gli editori; il contratto di edizione; i tariffari; le diverse applicazioni dell”illustrazione: dalla scolastica all’illustrazione scientifica; l’autopromozione sui social network; le fiere del settore… Ci manca solo il francobollo per spedire il progetto a un editore :)


Mi ha motivata nella stesura il ricordo di me agli inizi della carriera: il desiderio viscerale di pubblicare un libro e trasformare una passione in un vero mestiere; i primi concorsi; i primi corsi; i primi NO;  le prime frignate nei bagni della Fiera del Libro per Ragazzi; i primi successi.
Mi sono rimessa nella pelle di quella ragazza insicura ma cocciuta, appassionata ma con un istinto micidiale all’auto-boicottamento, ma con tutta l’energia, la sicurezza e la seriet√† di oggi.
Mi auguro che questa guida possa accompagnarvi passo, passo, per la stessa strada o per una diversa. Basta che vi porti a essere soddisfatti di voi stessi e allegri.

Per gli interventi preziosi – e per l’aiuto dietro le quinte – grazie a:

Giovanni Gondoni di Editrice Bibliografica; Paolo Rui e Costanza Favero dell’Associazione Autori di Immagini, Ale Giorgini dell’Associazione Illustri; la scrittrice Nadia Terranova; gli illustratori Giorgio Albertini, Simone Massoni, Giulia Tomai, Marco Trevisan, Giulia Sagramola; Luca Prasso per la testimonianza sul mondo delle app per bambini. Per i consigli e il sostegno: Giorgio Bettineschi, Giulia Coniglio, Ilaria Falorsi, Anna Martinucci, Martina Motzo, Julien Palier e tutti i colleghi che hanno gentilmente risposto all’indagine sulle fonti economiche. Un grazie speciale a Valentina Mai, amica preziosa, avvocato e editore, per la supervisione della parte sul contratto di edizione.

Se la vostra libreria di fiducia non dovesse ancora avere una copia del Manuale, potete chiederle di ordinarlo. Altrimenti, lo potete comperare direttamente su Amazon (anche dall’estero) o sulla pagina di Editrice Bibliografica.
Buona lettura!
Anna Castagnoli

Presentazioni in programma:
con il redattore Giovanni Gondoni, l’agente letterario Debbie Bibo – che ci parler√† di mercato estero – e la sottoscritta Anna Castagnoli
venerdì 13 gennaio 2017 alle ore 19
SPAZIO BK
Milano


Con Anna Castagnoli
giovedì 19 gennaio 2017 alle ore 19
Libreria  Bufò РGiochi e Family Store
Via Monginevro 187/A
Torino

 

 

Il manuale dell’illustratore
Anna Castagnoli
Una guida al mestiere di illustratore per bambini
19,98

Nuovo anno

Buon 2017!  Che sia allegro nonostante tutto.
Anna

CastagnoliAnna Castagnoli

Pagina 3 su 16512345...102030...Ultima »