LIBRETTO POSTALE: il viaggio delle cartoline in Giappone. E un po’ di Giappone

16 dicembre, 2013

La mostra Libretto Postale animali in viaggio ha visto coinvolti 12 illustratori giapponesi (nei prossimi giorni posterò tutte le loro cartoline):

Kaori Tajima, Susumu Fujimoto, Tupera Tupera, Ryoji Arai,Maya Miyama, Michio Watanabe, Yocci (Yoshiko Noda), Naomi Munakata, Satoko Watanabe, Hiroko Takai, Makiko Toyofuku, Chiaki Okada, Manami Yamada, Nanoa Katayama, Yoshiko Harada  e Philip Giordano (adotttato dal Giappone).

Il 27 novembre scorso, la mostra ha inaugurato alla Yoyogi art di Tokyo, una prestigiosa galleria di illustrazione. Philip Giordano, curatore della sezione giapponese della mostra, ci regala un bel racconto di questa esperienza.

Inaugurazione della mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

LA MOSTRA LIBRETTO POSTALE NEL PAESE DEL SOL LEVANTE
di
Philip Giordano

Quando, circa¬† un anno fa,¬† Anna Castagnoli, il 15 gennaio, giorno del mio compleanno, mi chiese di partecipare al progetto “libretto postale sezione giapponese ” per pi√Ļ di un attimo e sospirando pi√Ļ volte pensai: ‚ÄúNooooo!!‚ÄĚ.

NO! Sar√† impossibile¬† spedire¬† cartoline dall’Italia verso¬† il Giappone e poi viceversa¬† senza intoppi lungo il tragitto e poi spiegare ai giapponesi le istruzioni di quello che a prima lettura¬† mi sembrava un gioco perverso¬† dalla struttura complessissima e¬† oscura e poi ancora scegliere solo un paio di illustratori¬† tra quelli conosciuti senza offendere tutti gli altri e tutto questo in tempi davvero strettissimi e ancora e non ultimo¬† scrivere mille mail¬† che per me che soffro di una leggera dislessia √® una vera tortura… Avevo le vertigini.

Ma poi, come sempre mi capita di fronte all’entusiasmo di chi vuole creare qualcosa di nuovo e bello, mi sono lasciato coinvolgere, ho capito le regole del gioco e ho finito per accettare.

Kaori Tajima, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli

Ho scritto subito all’illustratrice Kaori Tajima per avere un valido appoggio nipponico in questa avventura spaventosa ma anche emozionante, e cos√¨, dopo aver sconsideratamente deciso di includere 12 illustratori invece dei 5 previsti, abbiamo iniziato il gioco del libretto postale giapponese.

Le cose, forse anche perché siamo in Giappone, nonostante certi lunghi e cerimoniosi passaggi tipici di questa società,  sono andate davvero bene!
Con mia grande sorpresa hanno partecipato al mio invito alcuni illustratori che qui sono un po’ delle celebrit√†. Come Arai Ryoji, star giapponese e internazionale dell’illustrazione: per farvi capire la sua importanza, vi dico solo che ha da poco iniziato un corso sul Picture book trasmesso dal primo canale giapponese: in Giappone infatti¬† l’illustrazione per l’ infanzia ha una grandissima considerazione, a tutti i livelli e su tutti i media. (Aray Ryoji ha ricevuto l’Astrid Lindgren Meorial Award nel 2005, ndr).

Aray Ryoji, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli
Aray Ryoji, Chiaki Okada, una tavola realizzata per accompagnare la mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

Anche grazie all’efficienza delle¬†poste del Sol levante, il ciclo di corrispondenza postale giapponese si √® concluso rispettando i tempi e senza grandi intoppi.
La signora Munakata San (del team di illustratori ) si √® poi¬† presa carico di portare personalmente tutte le illustrazioni imballate ad arte a Tokyo Narita fino a Bologna giusto in tempo¬† per l’opening allo Spazio ZOO (vedere questo post, ndr)

Naomi Munakata, Kaori Tajima, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli
Susumu Fujimoto, una tavola realizzata per accompagnare la mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

Di questo opening la delegazione giapponese presente ha un ricordo bellissimo e soprattutto sedimentata ma mai dimenticata nella memoria di Munakata San riecheggia la proposta di Paolo Canton di realizzare un catalogo della mostra… ( vedi commenti giapponesi)
Dopo un lungo tour estivo della penisola italiana, le cartoline “giapponesi” accompagnate dalle sorelle italiane hanno riattraversato 8 lunghissimi fusi orari e sono ritornate a casa, pi√Ļ esattamente nel quartier generale di Kaori Tajima ad Ikebukuro city (Tokyo).

Inaugurazione della mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

Non ricordo di chi sia stata la proposta di fare una mostra anche qui in Giappone, se della vulcanica Anna Castagnoli o frutto di un mio incosciente slancio di entusiasmo. Comunque sia la mostra si è fatta ed è stata un esperienza davvero bella.

Chiaki Okada, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli

La scelta della galleria non √® avvenuta in modo casuale. Dobbiamo infatti ringraziare Chiaki San, raffinata illustratrice “wabisabi” nonch√© moglie del Gallerista, se alla mostra √® stato concesso l’onore di sostare una settimana in localit√† Harajuku a soli 2 minuti dalla stazione del treno: a Tokyo, come credo in tutte le grandi citt√†, ogni cosa che si trovi in prossimit√† di una stazione della metro √® per ovvi motivi strategici toccata dalla fortuna.

Inaugurazione della mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

La galleria Yoyogi è uno spazio piccolo ma abbastanza ampio rispetto alla media delle gallerie private di Toyko, tra quelle che si occupano di illustrazione. Ci si arriva percorrendo un viale alberato che in questa stagione si colora delle foglie gialle del Ginko.
Fujimoto San (Senior Leader del team illustratori) ha pensato di affiancare alle cartoline, disposte al centro della sala, due immagini per ciascun illustratore del gruppo in modo da non lasciare le pareti della Galleria spoglie.
Essendo la schedule dell’evento caduta nel periodo natalizio, il tema delle immagini doveva avere lo spirito del messaggio augurale di buon auspicio per il nuovo anno.
(Io, da bravo straniero eversivo, ho finito con l’esporre una lacrima di sirena e un uovo camuffato da Babbo Natale ma il team giapponese, come sempre nel mio caso, √® stato comprensivo e non ci sono stati problemi).

Philip Giordano, a sinistra, le tavole realizzate per accompagnare la mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

Yocci, una tavola realizzata per accompagnare la mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo
Chiaki Okada, una tavola realizzata per accompagnare la mostra Libretto Postale alla galleria Yoyogi di Tokyo

Mi √® stato chiesto da Anna di dare enfasi al passaggio nel quale racconto dell’opening. In realt√† sono arrivato in ritardo e mi sono perso la parte iniziale ma grazie a Kaori ho ricostruito i fatti.

Il party di apertura √® iniziato alle 17. Sono stati serviti pasticcini (che io ho nostalgicamente scambiato per piccoli panettoni ma Kaori sosteneva fossero semplici muffin con l’ uvetta) e anatra affumicata (non chiedetemi il motivo) oltre all’immancabile ocha (il the per tutte le occasioni ) e del buon vino rosso francese. Al centro del buffet, Nanoa San (team illustratori ed esperta chiromante) ha disposto dei dolcetti a forma di lettere dell’alfabeto a formare la scritta ” libeletto posutale” che ho poi provveduto a correggere una volta arrivato in galleria.

 

Nanoa Katayama, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli

A metà evento abbiamo celebrato il compleanno di Manami San, con una torta alle fragole microscopica (ma di proporzioni medie per gli standard giapponesi). Questa illustratrice ha pubblicato recentemente un bizzarro libro edito in Europa da Mediavaca che racconta di una nonnetta con un super potere molto speciale: lunghissimi peli del naso prensili.

Per l’occasione sono state create svariate cartoline, messe in vendita nel pop up shop allestito per l’occasione. Le mie preferite sono quella di Micio San ( il mio illustratore prediletto ) quella del collettivo Tupera Tupera che ho conosciuto qualche anno fa in occasione del Momiji Market a Tokyo, e quella di Yocci.


Uno degli illustratori del collettivo Tupera Tupera

Ci sono stati molti visitatori. Tra questi: editori di Picture book, art director, la gentilissima Matsuoka San curatrice del museo Itabashi che ringrazio tantissimo, studenti, inviati di magazine vari, e poi il signor Suzuki San un dolcissimo clochard che ormai è presente a tutte le mostre che organizziamo a Tokyo e mi porta sempre in dono delle ghiande decorate con faccine e una montagna di flyer delle mostre che ha visitato.

Il party si è protratto fino alle 19:30 per poi spostarsi dalla galleria ad un Isakaya (trattoria giapponese ) di Shibuya.
Le cartoline italiane fronte e retro hanno riscosso un grande successo. Moltissimi dei visitatori affascinati dal libro di Franco Matticchio (una copia era consultabile all‚Äôingresso) ne avrebbero voluto comprare pi√Ļ di una copia.
Vorrei fare un ringraziamento speciale a tutto il team giapponese in particolare Karori Tajima e Satoko Watanabe per il preziosissimo lavoro di coordinamento e sostegno e naturalmente ad Anna Castagnoli e Stefania Camilli per avermi coinvolto in questo progetto.

P.S.
ho appena aperto ora un pacchetto che credevo essere indirizzato al mio coinquilino. Dentro ho trovato le “nostre ” cartoline impacchettate e pronte per tornare in Italia con me tra un paio giorni.

Ed ecco qualche commento dal team di colleghi giapponesi:

Kaori Tajima
I would like to thank to Anna and Stefania for letting us to join this project.
It was a really really great project !!!  So many people came to the gallery and they really enjoyed our postcards exhibition.
Almost all people took  very long time to see each postcard,  used their imagination to read between postcards.
Many of them told us they want to buy these postcards if they would be published as postcards books.
I hope it will come true !

Susumu Fujimoto
I’m looking forward this exhibition’s devepolment.

Hiroko Takai
I want to see each story’s continuence.

Makiko Toyofuku
Italy and Japan connected by postcards relay!
And also connected with visiters in the gallery!!

Maya Miyama
I’m so happy to participate this lovely exhibition!
I enjoyed to see Italian and Japanese Illustrator’s wonderful artworks.
Thank you so much!

Chiaki Okada
Very sophisticated postcards !
It was so nice to join it and see them.

Manami Yamada
One of my friends said ‚ÄúIt should be published‚ÄĚ.

Nanoa Katayama
My guest said ‚ÄúI want to see it every year‚ÄĚ

Yoshiko Harada
Very interesting project!
My friend also said ‚Äú I hope it published‚ÄĚ.

Satoko Watanabe
A lot of visiters said ‚ÄúHoping the postcards to be a book‚ÄĚ.
It was very fun exhibition!

Naomi Munakata
Thank you Anna, Stefania, Franco and all of Italian friends!
I love Italian calligraphy!!
They are so cool!
I traveled with the animals.
Let’s continue it more !!
See you again!
Big kiss!!

Philip Giordano, Libretto Postale, animali in viaggio: una mostra organizzata Da Anna Castagnoli e Stefania Camilli

PROSSIME TAPPE DI LIBRETTO: Vi ricordo che le ultime due tappe della mostra Libretto Postale saranno Barcellona, Libreria Abracadabra, inaugurazione il 10 gennaio 2014, e Mundo Azul, libreria internazionale di Berlino, inaugurazione il 6 febbraio 2014.

ps: un grazie speciale va a Chiara e Diletta, della libreria B**K di Milano: senza la loro idea di cucire le buste delle cartoline questa mostra non avrebbe viaggiato con tanta facilit√† tra un continente e l’altro.

Una risposta per “LIBRETTO POSTALE: il viaggio delle cartoline in Giappone. E un po’ di Giappone”

  1. 1 giovanna
    16 dicembre, 2013 at 22:16

    Grazie Philip, proprio un bel racconto.
    E grazie Anna, naturalmente.