Gli sketchbook (libri di schizzi) degli illustratori

11 febbraio, 2013

Laurent Moreau

Cathy Cullis

Pablo Auladell

Lara Harwood

Martin Vorwerk

Kate Pugsley

 Amelie Fontaine

Marina Marcolin

 Lizzy Stewart

Michelle Thompson

Oliver Jeffers

Pep Carriò, via Cuadernistas

Nicholas Stevenson

Valerio Vidali

Saul Steimberg

Javier Zabala

11 Risposte per “Gli sketchbook (libri di schizzi) degli illustratori”

  1. 1 Lorenzo M
    11 febbraio, 2013 at 9:01

    …chè dire, a quando una bella mostra? :)

  2. 2 Anna Castagnoli
    11 febbraio, 2013 at 9:32

    Anche io ho pensato a una mostra, Lorenzo. Sarebbe bello.

    Dopo aver fatto questo post ho speso di nuovo 20 euro nell’ennesimo moleskine da disegno. E’ stato irresistibile.
    Ne ho una pila inziati e mai finiti!
    Vorrei, ma non sono mai stata capace di continuarne uno.

  3. 3 Nicky
    11 febbraio, 2013 at 10:24

    Gli schizzi sono pura magia….
    Sono ipnotizzata….

  4. 4 Gioia
    11 febbraio, 2013 at 10:25

    Sì davvero bello entrare in queste stanze segrete!
    Una mostra virtuale? Un concorso?
    Vi allego due link il primo è quello dell’ormai conosciuto concorso Sketchbookproject (http://www.sketchbookproject.com),che prevede delle mostre itineranti dei taccuini raccolti e una libreria online, poi un’esperimento nostrano legato al Pic-nic festival emiliano (http://picnicfestival.blogspot.it/p/concorso-sketchbook-diaries.html).

  5. 5 piccikka
    11 febbraio, 2013 at 11:20

    come sempre sei stata di parola!…ancora una volta faccio tesoro e appunto sul mio moleskine le impressioni nate dal vedere tali capolavori!1 sorriso

  6. 6 mariachiara
    11 febbraio, 2013 at 11:42

    Sono stupendi!! In quanto illustratrice non so se mi fanno venire più voglia di spararmi o di buttarmi in uno “studio matto e disperatissimo”!
    Anch’io ho una pila di moleskine, le ho provate di tutti i tipi, ma le trovo così scomode per disegnare!!!!

  7. 7 Anna Castagnoli
    11 febbraio, 2013 at 15:29

    @Mariachiara: io non so se è il fatto che sia un formato scomodo a impedirmi di andare oltre le prime pagine o il disagio di specchiarmi in una me pasticciata, imprecisa e disordinata.
    Però credo che tenere un diario di appunti visivi sia un esercizio preziosissimo per gli illustratori.

  8. 8 oscar
    11 febbraio, 2013 at 16:06

    Anche per me è impossibile completare tutti i miei quaderni di schizzi, eppure però quando li ritrovo tutto torna e tutto si collega.

  9. 9 mariachiara
    11 febbraio, 2013 at 16:43

    di solito faccio cose molto più belle in un angolo della carta da spolvero che riveste il mio tavolo. Anch’io ho paura di pasticciare su un quaderno, vedo altri illustratori che su questi piccoli fogli si muovono come se avessero in testa già tutto il disegno finito…
    Dirò una banalità: a parte i periodi di consegna, sono piuttosto irregolare con il disegno, quando invece so che è necessario scrivere o scarabocchiare ogni giorno, è l’unico modo per temprarsi.

  10. 10 silvia
    27 luglio, 2016 at 8:12

    MERAVIGLIOSI! grazie Anna
    domani volo a Creta per lavoro e com me porterò un quaderno, hai visto mai!
    BUONA ESTATE!!!

  11. 11 Anna Castagnoli
    27 luglio, 2016 at 9:42

    Brava Silvia! :)