The winners! Salone di Bologna 2010

6 Aprile, 2010

lefiguredeilibri.Giordano

Philip Giordano è il vincitore del permio Internazinale di Illustrazione SM della Mostra Illustratori 2010. Quando l’ho saputo (per una soffiata in anteprima) mi sono venuti i lucciconi. Ero davvero strafelice che un premio così importante venisse dato a Philip Giordano, mi sembrava meritatissimo. Se avessi dovuto scegliere un giovane da incoraggiare nella Mostra Illustratori di quest’anno, avrei scelto senz’altro lui. Il suo universo giovanissimo è già maturo e originalissimo. Motivazioni della giuria:

La Giuria Internazionale ha deciso di assegnare il Premio di Illustrazione della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna/Fundación SM a PHILIP GIORDANO, ponendo l’accento su varie motivazioni. Si tratta di un autore che sa oscillare sapientemente tra un colto passato, da cui ricava la grazia alchemica di delicatissime allusioni pittoriche, e un raffinato presente che gli suggerisce citazioni tratte da altissimi momenti dell’arte moderna. Sono riconoscibili in Giordano gli esiti derivati da certe secrete presenze di quello che fu definito l’Antirinascimento italiano, ma essi però si congiungono con le derive di trenta anni di recente illustrazione, dove appare un nuovo Fantastico, pieno di materia pittorica che oscilla dal Surrealismo alla Pop Art, che cerca ornamenti elegantissimi, che fa propria la storia di una grafica intensa e provocatoria ben inserita nelle ricerche più valide e più nuove.

Giordano_scimmia

Philip Giordano, disegno vincitore del premio Internazionale SM della Mostra Illustratori 2010
lefiguredeilibri.Illustration1Philip Giordano, disegno vincitore del premio Internazionale SM della Mostra Illustratori 2010

lefiguredeilibri.illustration2

Philip Giordano, disegni vincitori del premio Internazionale SM della Mostra Illustratori 2010


Kitty Crowther/CKitty Crowther

Kitty Crowther, vince  il “Nobel della letteratura per ragazzi”: l’Astrid Lindgren Memorial Award. Il più alto riconoscimento dato a un illustratore.

Qui il video della premiazione.
Qui il blog dell’Astrid Lindgren Memorial Award ricco di foto sui momenti della premiazione.

Il premio è di circa 500.000 euro. L’anno scorso Kitty Crowther aveva già vinto il premio Baobab in Francia con Annie du lac, edito dall’École des loisirs. Vi ricordo che l’unico libro disponibile in italiano di questa grandissima artista è: Dentro me (Topipittori 2008), nel 1998 AER aveva tradotto Il mio amico Jim, ma è fuori catalogo. Nel 2002 Feltrinelli aveva tradotto “Il compleanno dello scoitattolo”, ma anche questo è difficile da reperire, mi dicono: su Google libri però, potete leggere e vedere la versione integrale di questo delizioso libricino.

lefiguredeilibri.K_Crowther

lefiguredeilibri.Crowther
Annie du lac, Kitty Crowther, École des loisirs 2009


lefiguredeilibri.Andersen_goldmedal
Hans Christian Andersen  Medal

lefiguredeilibri.juttabauerJutta Bauer
lefiguredeilibri.juttabauer
L’angelo del nonno, Jutta Bauer, Salani editore

Jutta Bauer vince il premio Hans Christian Andersen per la sezione illustrazione. Vi ricordo che la shortlist era composta da: Etienne Delessert, Svjetlan Junakovic, Carll Cneut, Roger Mello. Al momento della decisione finale c’è  stato un braccio di ferro all’interno della giuria tra Carll Cneut e Jutta Bauer, ma alla fine alla Bauer è stato riconosciuto un plus di anziantià professionale.
La sezione letteratura per ragazzi dell’Hans Christian Andresen Award è stata vinta da David Almond.


lefiguredeilibri.AwardBologna

lefiguredeilibri.Lacapanna
La casa sull’albero, Marije e Ronald Tolman, Lemniscaat 2010

Il vincitore della sezione FICTION del Bolognaragazzi Award è stato il bellissimo libro senza testo: La casa sull’albero, di Marije e Ronald Tolman, Lemniscatt 2009
Motivazioni della giuria:

Con De boomhut si ha un esempio poetico, limpido, assai sapiente, di come oggi un grande topos dell’immaginario possa essere ancora una volta rivisitato con nuovi argomenti che ne ribadiscono la grande rilevanza culturale. Marije e Ronald Tolman hanno nuovamente creato una “casa sull’albero”, ma l’hanno arricchita di citazioni finissime, dedotte dalla pittura simbolista così come dalla grafica più raffinata del novecento. Un libro che si vale dei sussurri, ma riafferma però il grande tema di una ecologia sapiente e raffinata, in cui il rapporto con la natura è intenso, partecipe, ma non rinuncia all’eleganza, alla ricerca, alla forza della civiltà dello spirito.

Qui potete vedere le altre menzioni.

4 Risposte per “The winners! Salone di Bologna 2010”

  1. 1 Pois
    6 Aprile, 2010 at 12:23

    Evviva Philip!
    Un premio davvero più che meritato!
    E che belle e raffinate le motivazioni della giuria.

  2. 2 Isabella D.
    6 Aprile, 2010 at 22:35

    Sono contenta per tutti:premi meritatissimi!!!
    Una precisazione: di Kitty Crowther, tradotto in italiano c’è anche “Il mio amico Jim”, edito da AER (che è uno tra i miei libri preferiti).

  3. 3 Anna Castagnoli
    7 Aprile, 2010 at 9:20

    Grazie Isabella per la preziosa informazione, correggo sul blog!
    Andrebbero tradotti tutti! Spriamo che dopo il premio lo facciano…

  4. 4 Miguel
    7 Aprile, 2010 at 16:04

    Grande Philip!!