Miniconcorso Ricette illustrate: i vostri voti

Ecco le ricette che sono arrivate! Sono 40. La prima selezione di 10 ricette sarà fatta da voi.
Modalità per votare: scrivete un commento a questo post con i numeri di due ricette preferite (esempio: x e y). Nota: la vostra mail non sarà vista dagli altri lettori.
Le 10 ricette che prenderanno più voti vinceranno la prima selezione. Nei commenti potete anche spiagare perché vi è piaciuta.
Una seconda selezione, effettuata dall’equipe LeFiguredeLibri, sceglierà 5 ricette finaliste e le sperimenterà per scegliere la più buona. Il vincitore sarà annunciato lunedì 8 luglio.
Scadenza: giovedì 4 luglio a mezzanotte.
Premio:
Al finalista verrà regalata una copia del libro They Draw and Cook: 107 Recipes Illustrated by Artists from Around the World.

Una raccomandazione: non invitate a votare la vostra immagini parenti e amici, lo scopo del gioco non è vincere ma divertirsi, inoltre, se volete diventare illustratori, è importante scoprire se il vostro stile piace davvero agli altri.

POTETE INGRANDIRE LA RICETTA CLICCANDOCI SOPRA
Pronti? Via!

 

01

di Silvia Molteni

02

03

04

Alessia Amori

05

06

07

08

09

Aurora Cacciapuoti

10

11

di Benedetta Marasco

12

13

14

15

16

17

18

19

di Elena Fedrigo

20

21

Emiliana di Placido

22

23

di Francesca Bertini

24

25

26

27

28

 29

di Laura Fanelli

30

31

32

33

34

Testo di Maurizio Zaffaroni, immagini di Giulia Zaffaroni

35

36

37

38

39

40

di Tiziana Solito

Rileggi il bando del miniconcorso Ricette illustrate.


La mostra “Libretto Postale” nei negozi Città del sole di Roma

Roma, giugno 2013
Dopo la simpatica tappa a Casina di Raffaello, dal 14 giugno al 14 luglio la Mostra Libretto Postale, animali in viaggio, sarà ospitata dai negozi Città del sole di Roma: un percorso-gioco in 7 tappe, tutte da seguire per perdersi o ritrovarsi tra le vie di Roma. Se vedete un cane paracadutarsi in via Buonarroti, un pinguino volare in via della Scrofa, o un elefante con zaino in spalla che guarda le vetrine di via Marcantonio Colonna, non allarmatevi.
In allegato il pdf con le informazioni.

La mostra è stata organizzata da Stefania Camilli (Vànvere edizioni) e Anna Castagnoli (sottoscritta), con la collaborazione di Philip Giordano. Hanno partecipato 40 illustratori italiani e 15 giapponesi (vedere elenco qui sotto). Le prossime tappe previste per questa estate sono a Monopoli in Lunigiana, in autunno alla libreria Babele di Firenze e Pel di Carota di Padova, e per l’inverno la mostra migra al caldo, alla libreria internazionale per ragazzi Abracadabra di Barcellona (Spagna). Vi terremo aggiornati su date e spostamenti.
Nota: Se foste interessati a ospitare la mostra scrivete a:
lefiguredelibri@gmail.com oppure vanvere.edizioni@gmail.com

Per info su come è nata e che cosa è la mostra Libretot Postale: cliccate qui.

Elham Asadi, Alicia Baladan, Francesca Bazzurro, Luca Caimmi, Paolo Canton, Anna Castagnoli, Francesca Chessa, Francesco Chiacchio, Paolo Domeniconi, Mauro Evangelista, Mariachiara Di Giorgio.Vittoria Facchini, Beppe Giacobbe, Matteo Gubellini, Agostino Iacurci, Daniela Iride Murgia, Gioia Marchegiani, Marina Marcolin, Antonio Marinoni, Anna Masini, Eva Montanari, Lucka Mullerova, Claudia Palmarucci, Arianna Papini, Gloria Pizzilli, Maurizio Quarello, Simone Rea, Sergio Ruzzier, Oscar Sabini, Alessandro Sanna, Guido Scarabottolo, Sara Stefanini, Tiziana Romanin, Miguel Tanco, Daniela Tieni, Alessandra Vitelli, Shout (A. Gottardo), Pia Valentinis, Francesca Zoboli

E dal Giappone:
Philip Giordano, Kaori Tajima, Fujimoto Susumu, Tupera Tupera, Arai Ryoji , Maya Miyama, Michio Watanabe, Yocci ( Yoshiko Noda), Munakata Naomi, Chiaki Okada, Satoko Watanabe, Makiko Toyofuku, Hiroko Takai, Manami Yamada, Yoshiko Harada, Nanoa Katayama


Miniconcorso di ricette illustrate per LeFiguredeiLibri (e per Theydrawandcook.com)

Mayumi Maeda

Cosa:
Una ricetta illustrata. Una mini gara grafico-culinaria tra i lettori delle Figure dei Libri, tanto per divertirci.
L’idea è nata dopo aver mangiato a Bologna gli ormai mitici biscotti Bianchini di Anna Martinucci e aver pubblicato sul blog (qui) la sua ricetta illustrata.

Le ricette in gara su LeFiguredeLibri potranno partecipare nello stesso tempo alla selezione di Theydrawandcook.com (vi spiego sotto cosa è).

Tema:
Un’insalata estiva (di quello che volete: verdure, pasta, cous cous, pesce…).

Modalità di gioco:
Tutte le ricette illustrate saranno pubblicate anonime sul blog Le Figure dei Libri. Ad ogni ricetta sarà corrisposto un numero. Si potrà votare direttamente sul blog la ricetta preferita, nei commenti.

La prima selezione, di 10 finalisti, sarà a insindacabile giudizio popolare (vi pregherei di non far votare cugini e parenti, l’interesse dei concorsi è anche quello di capire se al di là dei parenti e degli amici che ci dicono “bellissimo, stupendo, mi piace“, le cose che facciamo piacciono e parlano alla gente).
Una seconda selezione, a insindacabile giudizio dei giurati (vedere sotto) sceglierà 5 ricette e le sperimenterà, con tanto di foto.

Criteri di selezione:
Per l’ultima selezione (quella dei 5 finalisti) verranno prese in considerazione dai giurati:  la freschezza e l’originalità dell’idea, la grafica e la qualità delle illustrazioni.

Giuria:
La giuria, composta da Anna Castagnoli e dai suoi collaboratori: Oscar Sabini, Gioia Marchegiani, Lisa Massei, Giorgia Brandimarte, sperimenterà le 5 ricette finaliste, con tanto di foto del piatto preparato. Seguirà discussione da gourmet sulla più buona. Ci sarà un solo vincitore.
(Nota: se i giurati parteciperanno saranno ammessi alla selezione del pubblico ma ovviamente esclusi dall’ultima selezione dei 5 finalisti).

Premi:
Al finalista verrà regalata una copia del libro They Draw and Cook: 107 Recipes Illustrated by Artists from Around the World.

Misure immagini:
5000 pixel larghezza x 1875 pixel di  altezza
Che corrisponde a questa proporzione in millimetri: 423.34 mm larghezza x 158.75 mm altezza.
File: JPG. 72 dpi. (Nota: ricordate che se decidete di mandarla a Theydrawnandcook la risoluzione per loro deve essere di 300 e la scala colore RGB).

Scadenza: 29 giugno ore 24
Le immagini saranno pubblicate martedì 2 luglio, ci sarà tempo fino a giovedì 5 a mezzanotte per votare.

Invio:
Inviare le immagini per mail con oggetto “Ricette illustrate” a:
lfdlminiconcorsi@gmail.com


Paolo Bakis Murgia

INVIA LA TUA RICETTA A THEY DRAWN AND COOK!

Vi chiedo delle misure così precise perché così poi potete inviare le immagini al sito Theydrawandcook, vincere anche lì e magari vendere la vostra ricetta (in questo caso  scrivete la ricetta in italiano o inglese, ma leggete le note di Gioia nei commenti a questo post). Theydrawandcook è un sito famosissimo negli Stati Uniti, è una sorta di agenzia di collocamento ricette illustrate. Pescano dalle sue pagine: ristoranti, riviste di cucina e editori vari di libri di ricette. Se non ho capito male il sito-agenzia prende il 50% sui diritti di vendita della ricetta. I diritti che chiede sono NON-ESCLUSIVI. QUI trovate il contratto per esteso.


Theydrawandcook è anche editore e ha già pubblicato tre libri raccogliendo le più belle ricette del loro sito. Uno di questi è il premio di questo miniconcorso inter nos.
I criteri di preferenza dell’agenzia sono questi:  lettering, intelligente tipografia, layout originali, ricette di famiglia, tradizioni locali, e istruzioni precise per la ricetta. Quindi buttatevi su ricette locali della vostra regione!

Su questa pagina potete fare la ricerca per categorie e spulciare il sito alla ricerca di ispirazioni.

ps: se siete viaggiatori incalliti l’agenzia cerca anche illustrazioni di viaggio: Theydrawandtravel.com


Lettere illustrate dello Zio Attilio ad Antonio Marinoni bambino

Quando ho pubblicato il post sulle lettere illustrate (mail art, se cercate la parola magica da inserire in Google), Antonio Marinoni mi ha inviato alcuni esempi di lettere ricevute, quando aveva 10 anni, dallo zio Attilio, che di anni ne aveva 90.
Da queste lettere possiamo trarre alcune interessanti considerazioni:
1) sul perché Antonio Marinoni è diventato Antonio Marinoni
2) sul come tutti i bambini del mondo potrebbero risparmiarsi, da adulti, 10 anni di psicanalisi se avessero uno zio Attilio
3) sull’importanza strategica, umana, filosofica, esistenziale, internazionale, degli zii

In fondo a questo post alcune notizie sul futuro concorso di lettere illustrate.

Nota:
Tra tre giorni parto per Sàrmede, dove mi aspettano la bellezza di 45 allievi (per fortuna divisi in due classi), mi vedo già fare lezione anche di notte (preparatevi). Venerdì pubblicherò il bando di un piccolo concorso inter-nos di ricette, con scadenza a fine giugno. Il blog rimarrà poi  fermo a fine giugno e a luglio lo rianimerò per pubblicare i risultati dei partecipanti, ed eventuali vincitori, le cui ricette saranno anche testate. Poi vi lascerò con qualche consiglio di lettura per l’estate e rifermerò il blog fino a settembre. Il concorso di lettere, invece, lo faremo questo autunno. Insieme ai miei collaboratori, Lisa, Gioia, Oscar, Giorgia, stiamo pensando di cercare degli sponsor.


Concorso Lucca Junior 2013

Presentato in anteprima alla Fiera del Libro per ragazzi di Bologna e finalizzato alla realizzazione di una Mostra Espositiva in occasione dell’edizione 2013 del Festival Lucca Comics & Games, il Concorso per Illustratori e Fumettisti Lucca Junior, aperto ad artisti italiani o residenti in Italia senza alcun limite d’età, giunge quest’anno alla sua settima edizione.

Cosa: ogni illustratore dovrà presentare una sola tavola originale ed inedita, adatta anche ad un pubblico infantile e realizzata con qualunque tecnica su carta o cartoncino flessibile/rigido nel formato massimo di cm 42 x 29,7. In caso di tecnica digitale, dovranno essere inviati una stampa a colori ad alta definizione ed un cd contenente l’originale.
Tema: il tema scelto per l’edizione 2013 del concorso è “Mura Maestre“, tema che prende spunto dal 500esimo anniversario della fondazione delle Mura di Lucca, nate nel 1513 a scopo difensivo. Queste Mura hanno trasformato negli anni la loro funzione, ma – più in generale – muri e muraglioni conservano oggi una particolare valenza simbolica e nel nostro immaginario servono ancora a circondare, proteggere, unire chi vi sta dentro o dietro, ma anche dividere, allontanare, respingere chi si trova al di là. I grandi muri rappresentano anche una sfida, ed hanno assunto nella storia profonde valenze politiche e religiose, diventando un segno di rivincita nel momento in cui sono stati abbattuti o eretti a ricordo di qualcosa.
Quota di partecipazione: la partecipazione al concorso è gratuita.
Scadenza: 5 settembre 2013 (NON farà fede il timbro postale).
Premio: tra tutte le tavole presentate la Giuria, presieduta dal prof. Livio Sossi e composta da esperti e personalità del settore, selezionerà le più meritevoli, che diventeranno parte della Mostra che sarà allestita a Lucca dal 31 ottobre al 3 novembre 2013 all’interno del Festival “Lucca Comics & Games”; tra tutti i selezionati per la Mostra sarà inoltre stabilito un vincitore, cui verrà assegnato un premio in denaro pari a 1.000 €.
Considerazioni aggiuntive: le tavole saranno restituite tramite contrassegno (al costo delle tariffe postali vigenti al momento della spedizione) a tutti i partecipanti che ne faranno espressa richiesta; a tal fine occorrerà specificare, sul retro della tavola originale, la dicitura: “RICHIEDO LA RESTITUZIONE” (in mancanza della quale la tavola non sarà restituita).
Per ulteriori informazioni scrivete a: concorsoluccajunior@luccacomicsandgames.com.

Per scaricare il bando completo in pdf, cliccate qui; per dare un’occhiata alle opere degli illustratori selezionati lo scorso anno cliccate invece qui.

Antonio Boffa, vincitore di Lucca Junior 2012


Scambio di competenze. Corsi a costo zero. Un’altra idea da esportare

Qualche mese fa, sono stata contattata da un’illustratrice italiana che vive a Barcellona: Roberta Bridda. Non la conoscevo, lei conosceva il mio blog. Nella mail mi invitava a far parte di un gruppo chiamato Se una notte d’inverno un viaggiatore (in onore del Lettore dell’omonimo romanzo di Calvino, continuamente costretto dal caso a interrompere la lettura di un libro per iniziarne un altro). Il gruppo, che si sarebbe riunito a casa di Roberta una volta al mese, era composto da circa dodici persone, aventi tutte lavori e competenze che ruotavano intorno al mondo dell’illustrazione.
L’idea era quella di uno scambio di competenze; mi è sembrata un’idea geniale e ho detto sì al volo.

Funziona così: ognuno deve portare al gruppo un mini corso di circa 3 ore di qualcosa che sa fare. Gli altri imparano. Poi si pranza insieme.
E’ gratis. O meglio, è un affare d’oro: al prezzo di un laboratorio gratuito di tre ore offerto agli altri, ognuno riceve in cambio 11 laboratori gratuiti.

Per varie ragioni pratiche ho mancato i primi 2 venerdì.  Mi sono persa un laboratorio di rilegatura di libri con copertina dura e un laboratorio di creazione di stampini di gomma.
Ma la scorsa settimana, finalmente, sono riuscita a partecipare. La mail col programma del corso di Catalina Acelas, una giovane e spumeggiante illustratrice colombiana, era molto allettante. Ognuno doveva portare:
– un supporto (o foglio) rigido di colore bianco
– due barattoli di una coppia di colori acrilici complementari, oppure bianco e nero.
– tre contagocce (o tre siringhe senza ago)
– barattolini per mischiare i colori, pennelli da acrilico

Catalina Acelas

L’idea di Catalina era quella di insegnarci a dare profondità di campo usando solo una ridotta gamma di tonalità. Ora vi spiego meglio.

Dal sito di Catalina Acelas

Fine dell’esercizio è conseguire la maggior sensazione di volume utilizzando solo due colori primari in una scala ridotta di tonalità. Essendo la scala tonale molto ridotta, si dovranno usare molte gradazioni di luce intermedia. L’effetto sarà quello di un’atmosfera molto suggestiva (è un effetto usato da molti illustratori, vedi ad esempio: Pacheco, Dautremer).
Se guardate i grafici nella pagina web di Catalina è più chiaro.

Dal sito di Catalina Acelas

Io volevo provare a fare l’esercizio usando il bianco e il nero. Contagocce alla mano, in un bicchierino ho mescolato 9 parti di bianco e 1 di nero, in un altro, 6 parti di bianco e 4 di nero. Il rapporto è facile. Disegnate due scale da 0 a 100 con interruzione di 10 ad ogni tacca, una da 0 a 100 (il nero), l’altra da 0 a 100 (il bianco) ma posizionata nella direzione opposta. Alla tacca 10 del nero corrisponderà la 90 del bianco, e viceversa. La scala di gradazioni che scegliete dovrà essere sotto il valore 50.
Dovevamo arrivare al corso con già il disegno pronto (possibilmente un disegno dove il gioco d’ombre e profondità di campo fosse ricco). Io ho subito pensato a copiare Morandi.

Non che l’esercizio mi sia riuscito benissimo, ma è stato molto utile e divertente. Mi sono resa conto, soprattutto, di quanto fosse vero quello che avevo letto nel libro di Falcinelli Guardare, pensare, progettare: cioè di come i colori siano sempre letti dall’occhio in rapporto ai colori circostanti, mai presi come “assoluti”. Una casa giallina in piena notte viene percepita come molto bianca dall’occhio, mentre lo stesso colore, in pieno giorno, verrebbe percepito come giallo-ocra.
Nell’immagine qui sotto, i colpi di luce più chiari sono dati con un grigio scurissimo (rispetto al bianco assoluto).

Anna Castagnoli, copia da Giorgio Morandi

Il mio laboratorio sarà in luglio e penso di portare: l'”incisione casereccia”, che avevo descritto in questo post.
Insomma, se avete un gruppo di illustratori da poter contattare, pochi soldi, un solido tavolo allungabile, organizzate anche voi uno scambio di competenze. Oltre a divertirvi, a imparare a costo zero una valanga di cose utili, vi farete dei nuovi amici.

ps: Sul colore e i suoi effetti possono interessarvi anche i post che aveva preparato Francesca Chessa per questo blog:
I segreti del colore: prima lezione
I segreti del colore: seconda lezione
I segreti del colore: terza lezione
I segreti del colore: quarta lezione
I segreti del colore: quinta lezione