Archivio per la categoria '– Analisi picture books'

A world of your own, di Laura Carlin. Un laboratorio di creatività

5 febbraio, 2015

Laura Carlin, A world of your own. Phaidon 2014 David Hockney una volta ha scritto: “Posto che la rappresentazione, l’urgenza della rappresentazione, fa parte della natura umana, come ci poniamo di fronte a essa? Quali metodi usiamo e quali posizioni prendiamo rispetto al rappresentare in questo o quel modo?” Evidentemente, Hockney stava riflettendo sullo stile, […]

“A cena dalla Regina”: Nina ci va in calzini

3 novembre, 2014

“E come i piacevoli modi e gentili hanno forza di eccitare la benivolenza di coloro co’ quali noi viviamo, così per lo contrario i zotichi e rozzi incitano altrui ad odio et a disprezzo di noi”. (Giovanni della Casa, Galateo overo de’ costumi, 1558). Sembra che il 2014 sia l’anno in cui in cui i […]

‘L’isola dei cani’ di Aurore Callias. Un capolavoro rivoluzionario

20 ottobre, 2014

L’île aux chiens, Aurore Callias, Albin Michel Jeunesse 2014 (edizione spagnola di Zorro Rojo) L’île aux chiens, Aurore Callias, Albin Michel Jeunesse 2014 L’île aux chiens (L’isola dei cani  – non ancora tradotto in italiano) è senza dubbio uno dei più simpatici e abbaglianti album illustrati che abbia visto negli ultimi anni. Ecco la storia. […]

Analisi di “BÁRBARO”, di Renato Moriconi. Brasile

19 giugno, 2014

Quest’anno (2014) Renato Moriconi ha vinto il premio brasiliano Monteiro Lobato de Literatura Infantil. Un premio prestigioso più che meritato: oltre a Telefono senza fili, di cui vi ho parlato qui, Renato Moriconi ha dato vita a un libro senza parole di perfettissima fattura: BÁRBARO – edito da Companhia das Lètras. Barbaro è un libro inusitatamente […]

Telefono senza fili, di Renato Moriconi: divertentissimo

23 maggio, 2014

Teléfono descompuesto, Illan Brenman, Renato Moriconi, Fondo de cultura economico, Brasile Nello scorso post vi ho annunciato che avrei parlato di due libri geniali di Renato Moriconi, un illustratore che ho conosciuto in Brasile. Ecco il primo: Teléfono descompuesto (Telefono senza fili), da un’idea di Ilan Brenman. La bella notizia è che il libro uscirà […]

Il piccolo pompiere: un album fulminante

16 aprile, 2014

Ricevo molti album per il blog, sempre belli o interessanti. Ogni tanto, poi, ne arriva uno che mi fa fare un salto: lo capisco dalle prime pagine, lo sfoglio con la salivazione aumentata, lo chiudo con il cuore in gola. Mi è successo ieri con Le petit pompier (Il piccolo pompiere), un libro del 1938 […]

« Precedente - Prossimo »