‘Mano a mano’ N1. Viola Niccolai – Dell’ombra e della luce

29 settembre, 2014

Cari lettori e colleghi illustratori,
è con grande emozione che vi presento la prima puntata di Mano a Mano
.
‘Mano a mano’ è una nuova serie di veloci documentari sul mestiere di illustratore, con un particolare focus sulle tecniche. E’ un progetto ideato e curato da Anna Martinucci e me, Anna Castagnoli.
Inaugura la serie la giovanissima e talentuosa illustratrice Viola Niccolai.
Su Youtube potete vedere il filmato in più grande risoluzione: qui

Non c’è niente di meglio che guardar fare, per imparare una tecnica.
In questa puntata di ‘Mano a Mano’ Viola Niccolai ci mostra come dal foglio bianco può nascere un disegno con effetti fotografici. Da lì a realizzare con pochi tratti un’illustrazione riuscita, il passo è breve.

Viola Niccolai

Viola Niccolai è nata a Castel del piano, sul Monte Amiata (Gr) nel 1986. Ha frequentato pittura all’Accademia di Belle arti di Firenze e il biennio specialistico di illustrazione a Bologna. Nel 2012 è stata selezionata alla Mostra Illustratori di Bologna e nel 2014 a Ilustrarte, biennale di illustrazione portoghese.
Insieme a Silvia Rocchi e Francesca Lanzarini ha creato il progetto espositivo, poi diventato libro, Bosco di betulle; fa parte del collettivo La trama autoproduzioni e ha collaborato con il «NY Times» e la rivista «Hamelin».
Ha da poco pubblicato il suo primo albo: La volpe e il polledrino, testo di Antonio Gramsci, edizioni Topipittori.
Qui potete leggere una sua recente intervista.

Viola ha un sito, e un tumblr dove pubblica tutti i suoi lavori.
Nel video usa carta Fabriano / Copy Tinta, colore avorio, 160 gr

Guarda anche: Mano a Mano N2, Beppe Giacobbe, una riflessione sull’amore.

15 Risposte per “‘Mano a mano’ N1. Viola Niccolai – Dell’ombra e della luce”

  1. 1 Sofia
    29 settembre, 2014 at 9:19

    Anna e Anna, grazie! che regalo bellissimo.
    Quanto dobbiamo aspettare per il numero 2? Non vedo l’ora..

  2. 2 laura38
    29 settembre, 2014 at 9:34

    1) Iniziativa stupenda
    2) Realizzazione magnifica (approvo di cuore anche la colonna sonora)
    3) Utilità enorme
    4) grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie
    a tutte le persone coinvolte
    Baci.

  3. 3 elillisa
    29 settembre, 2014 at 10:52

    Oddio che meraviglia!
    Grazie mille Anne!

    (Iniziare questa rubrica fichissima con Viola Niccolai è per me come iniziare un pranzo di nozze dalla torta meringata con panna freschissima zabaione cioccolato da Modica e sfogliatine croccanti)

  4. 4 Debora
    29 settembre, 2014 at 11:58

    bellissima idea!

  5. 5 AlmaCattleya
    29 settembre, 2014 at 16:10

    Video splendido.
    La realizzazione poi di un’opera è qualcosa che mi intriga.
    Grazie infinite per questa iniziativa

  6. 6 Gioia
    29 settembre, 2014 at 17:01

    Quando le cose si fanno al quadrato vengono ancora più belle! Ci piace questa novità!

  7. 7 Francesca Milkbook
    30 settembre, 2014 at 0:37

    Complimenti, un’idea e una realizzazione davvero belle.
    Posso fare una richiesta?
    Sarebbe utile, per chi ha tanto da imparare come me, indicare nel video (come testo nella descrizione o usando dei sottotitoli in sovrimpressione magari)la tecnica utilizzata e gli strumenti (tipo di colori, matite, pennelli…).
    Che ne pensi? Tanti complimenti per la tua attività

  8. 8 fran
    30 settembre, 2014 at 8:59

    mentre seguivo la creazione ho immediatamente pensato alla danza e a come un grande ballerino/a deve appropriarsi della tecnica ma poi farla diventare parte di sé e usarla con tanta naturalezza da far diventare il gesto privo di fatica evidente e interpretarlo con le sua propria sensibilità. credo ci siano molte somiglianze con quello che si vede nel video di Viola. Bello!

  9. 9 elillisa
    30 settembre, 2014 at 10:31

    Che bel paragone hai fatto Fran!
    Hai ragione.
    E la cosa sorprendente secondo me è che nel disegno, nell’illustrazione, questa naturalezza del segno rimane impressa nel lavoro finale: guardando una tavola, anche se non ne hai visto l’esecuzione, capisci quanto l’artista abbia fatto sua quella tecnica.

  10. 10 Anna Castagnoli
    30 settembre, 2014 at 10:53

    Grazie a tutti per i bei commenti.

    @Fran: sì, è proprio così. Ieri, su FB, Beppe Giacobbe ha scritto, come commento ad alcune immagini di Viola, che lei usa la matita come se fosse acqua.

    @Francesca: Grazie del suggerimento!
    Ci avevamo pensato, ma in alcuni casi i materiali usati sono moltissimi, in altri, sono un po’ casuali. Per ovviare, abbiamo deciso di chiedere all’illustratore di fotografare il tavolo a fine lavoro, con tutti gli strumenti utilizzati in ordine (e le marche visibili). Come ha fatto Viola con le sue matite. Se stoppi il video in quel punto puoi leggere marca e durezza delle matite.

    (Ben vengano consigli e richieste, così miglioriamo ogni volta).

  11. 11 Anna Castagnoli
    30 settembre, 2014 at 10:54

    Intanto inscrivetevi al canale you tube delle Figuredeilibri! dove troverete altri video interessanti sulle tecniche.
    https://www.youtube.com/user/LeFiguredeilibri

  12. 12 Angela
    30 settembre, 2014 at 15:30

    Grazie anche da parte mia! In questo periodo mi sento ,illustrativamente parlando, vuota/demotivata/apatica/e chi più ne ha ne metta… e questo video mi ha ridato la voglia di riprendere carta e matite!!!
    Grazie, stupenda iniziativa!

  13. 13 Anna Castagnoli
    1 ottobre, 2014 at 16:28

    È stato pubblicato sul portale Rai Letteratura come video del giorno!
    http://www.letteratura.rai.it/articoli/mano-a-mano-le-figure-dei-libri/25680/default.aspx

  14. 14 Silvia
    3 ottobre, 2014 at 15:00

    bellissimo. grazie! splendida idea e brava Viola! voglio provare subito quella “gomma a forma di matita” :)

  15. 15 semola
    3 ottobre, 2014 at 15:52

    Poter vedere questa meraviglia e altre in futuro è un fantastico regalo.
    Grazie!