I segreti del colore: quinta (e ultima) lezione con Francesca Chessa

14 novembre, 2011
Kandinsky_Studio_sul_colore
Farbstudie, Wassily Kandinsky, 1913

Torna alla lezione 1
Torna
alla lezione 2

Torna alla lezione 3

Torna alla lezione 4

Ed eccoci arrivati agli ultimi due contrasti di colore: il CONTRASTO DI SIMULTANEITA’ e il CONTRASTO DI QUALITA’.

Come abbiamo detto nei precedenti post (più approfonditamente nella seconda lezione, che trattava il contrasto tra complementari), quando l’occhio osserva  un colore, ricerca, se non è presente, il suo complementare allo scopo di ricreare un’armonia cromatica. Ricordo che due colori complementari mescolati annullano la loro cromaticità nel grigio, che è il colore del “riposo” e dell’equilibrio dell’occhio. Provate ad osservare la figura qui sotto.

55_sagoma_ verde

Fissando attentamente, per circa un minuto, il punto nero centrale all’interno della sagoma verde, e spostando poi lo sguardo sul punto al centro della superficie bianca della figura sottostante, dopo alcuni istanti dovreste vedere apparire, sul vostro fondo bianco,  una sagoma avente il colore complementare della sagoma verde.

56_effetto_simultaneo_fondo_bianco

Quella che vi apparirà è l’immagine che resta impressa nella retina dopo avere cessato l’osservazione. Ovviamente non aspettatevi di vedere una sagoma rossa satura, ma sicuramente riuscirete ad individuare una sagoma rosata. Questo sta a testimoniare che il vostro occhio sta ricercando l’equilibrio. Lia Luzzatto e Renata Pompas nel loro interessantissimo libro intitolato Il linguaggio del colore,

57_Luzzatto_Pompas

indicano quest’altro esercizio: inserendo in un quadrato colorato di 5 cm di lato un quadratino grigio-medio di 12 mm di lato, questo assumerà una sfumatura del colore complementare.

Osservando un quadrato giallo (attraverso un cilindro di carta che ripari l’immagine dall’incidenza della luce) il grigio del centro parrà tendere al viola, mentre nel quadrato arancione sembrerà velato di blu , in quello rosso si tingerà di verde e in quello verde di rosso. Così il quadratino grigio del blu apparirà riscaldato dall’arancione e quello del viola dal giallo.

Ecco qui lo schema generale per l’esercizio:

58_contrasto_simultaneo_

Se siete curiosi provate a farlo!

L’effetto simultaneo non si produce solamente tra un colore ed un grigio ma anche tra due colori che non siano perfettamente complementari tra di loro. Per esempio un giallo ed un viola-rosso.

59_effetto_simultaneo

Ognuno dei due colori tenderà a far percepire l’altro come suo complementare producendo, quindi, un’intensa vibrazione tra i due colori.
Il Divisionismo e il Puntinismo utilizzarono il contrasto di simultaneità esaltandone le sue particolarità.
Come ad esempio fecero nelle loro opere, solo per citarne alcuni, Georgers-Pierre Seurat

60_ Seurat
La Grande Jatte, Georgers-Pierre Seurat

e Paul Signac

61_Signac

Paul Signac,  The Lighthouse at Antibes

oppure il nostro italiano Giovanni Segantini

62_ Segantini
Giovanni Segantini, L’ora mesta

Passiamo quindi al nostro ultimo contrasto: Il CONTRASTO DI QUALITA’.
Come cita Itten nel suo manuale “Per qualità cromatica si intende il grado di purezza ovvero di saturazione dei colori”. Quindi il contrasto di qualità si crea quando giustapponiamo colori intensi e luminosi a colori smorti e offuscati.
I colori saturi, come abbiamo già visto nella lezione tre, analizzando le tre variabili di colore, possono essere offuscati e apparire opachi e spenti mescolandoli con il bianco, con il nero, con il grigio e con il loro complementare.

Se noi mescoliamo un colore con il bianco possiamo renderlo più freddo,

63_ colore_mescolato_ bianco

possiamo spegnerlo  mescolandolo con il nero,

64_colore_tagliato_nero

con il grigio il nostro colore diventerà opaco

65_ colore_mescolato_ grigio

e infine tagliandolo con il complementare otterremo  dei grigi dalle interessanti sfumature.

66_colore_ tagliato_complementare

Non dimentichiamo comunque che il contrasto tra smorto e luminoso è come sempre relativo. Lo stesso colore può apparire luminoso accanto ad uno smorto o viceversa, smorto accanto ad uno luminoso.

67_colore_relativo

Questo contrasto, così come viene citato da Itten possiamo ammirarlo in questi dipinti:

Il Neonato di George de la Tour

68_ De_La_TourGeorge de la Tour

Il pianoforte di Henry Matisse

69_MatisseHenry Matisse

L’incantesimo dei pesci di Paul Klee

70_Paul_kleePaul Klee

Vorrei concludere queste lezioni con il bel passo dei Veda, che Itten cita nell’introduzione del suo manuale:

“ Ciò che si apprende dai libri o dai propri maestri è un veicolo. (…) Un veicolo che serve però a percorrere solo le strade battute; chi arriva al termine di quelle strade deve abbandonarlo e proseguire a piedi”.

Spero che vi abbia incuriosito tutto questo viaggio nel colore, ovviamente questo è solo un assaggio, potete approfondire l’argomento, consultando alcuni libri che vi inserisco più sotto in elenco.
Ma è soprattutto provando, sbagliando e riprovando che riuscirete a sentire sempre più vostri i contrasti e i loro segreti. Buon lavoro!

Arte del colore, edizione ridotta
Johannes Itten
Studi ed esercizi sull\’armonia del colore
18,70
Punto, linea, superficie. Contributo all\’analisi degli elementi pittorici
Vasilij Kandinskij
Uno dei più importanti studi sulla linea e la comosizione dell\’immagine
16,00 euro
Arte e percezione visiva
Rudolf Arnheim
Uno dei massimi studi del \’900 sulle leggi della composizione
24,23 euro (spedizione gratuita)
Conoscere e capire il colore
Lia Luzzatto
Una guida chiara per capire il colore e le sue leggi
12,75 euro
Conoscere e capire il colore (2)
Lia Luzzatto, Renata Pompas
Una guida chiara per capire il colore e le sue leggi
12,75 euro
Il colore persuasivo il colore
Lia Luzzatto
l\’importanza del colore nella comunicazione del messaggio
16,15 euro
Il linguaggio dell\’arte
Elena Tornaghi,
Capire il linguaggio dell\’arte, per la scuola superiore
13,77 euro
L\’arte del colore. Guida pratica all\’uso dei colori
Betty Edwards
Dall\’autrice di \”Disegnare con la parte destra del cervello\”, un libro che insegna a usare la forza del colore
20,91 euro
Lo spirituale nell\’arte (Testi e documenti)
Vasilij Kandinskij
Uno dei capolavori letterari sul colore del novecento
15,30 euro

7 Risposte per “I segreti del colore: quinta (e ultima) lezione con Francesca Chessa”

  1. 1 Padigi
    14 novembre, 2011 at 22:19

    Grazie per questo viaggio tra i colori, molto interessante!

  2. 2 Lisa
    15 novembre, 2011 at 12:37

    Viaggiare tra i colorie è sempre molto utile e interessante!
    Grazie Anna e Francesca!

  3. 3 Laura
    15 novembre, 2011 at 15:02

    Non sono un’esperta d’arte, le mie conoscenze sono ferme agli studi superiori, ma ho letto con piacere queste lezioni sul colore. Ho apprezzato i collegamenti all’ottica e i richiami alla pittura e all’illustrazione dei libri. Complimenti a Francesca e un grazie 1000 ad Anna.

  4. 4 miguel
    16 novembre, 2011 at 11:20

    Grazie mille Francesca e Anna, é stato molto interessante .

  5. 5 Francesca
    16 novembre, 2011 at 14:30

    Grazie a tutti voi per avermi letta e ad Anna per i suoi consigli su come fare funzionare “al meglio” le lezioni.

  6. 6 Anna Castagnoli
    16 novembre, 2011 at 14:34

    Grazie a te Francesca, e quando vuoi ti aspetto per nuove puntate!

  7. 7 Luis Mars
    4 ottobre, 2017 at 18:04

    Il pointillismo che ho sempre amato sarà perché i colori rimangono così puliti e luminosi, non c’è un’altra tecnica che guarda, amo, date loro questa lista dove possiamo vedere un elenco dei migliori puntatori di Painters: https: // www. buzzfeed.com/alonzor301/the-meilleurs-peintres-pointillistes-de-tous-les-t-36ijc?utm_term=.fpAvLR42E#.tp2PDXNZy
    I mesi favorevoli sono Maximilian Luce, Paul Signac, Endara e Gabino Amaya Cacho