Le figure dei libri

8 gennaio, 2008

I libri “con le figure” sono destinati ai bambini perché più facili da comprendere, meno noiosi, più allegri o perché i bambini sono rimasti  gli unici fruitori ancora capaci di capire a volo che cosa è l’arte?

Balthus (Mitsou)

(Mitsou è la storia di un gattino perduto, illustrata da Balthus all’età di 12 anni).

3 Risposte per “Le figure dei libri”

  1. 1 oscar sabini
    7 febbraio, 2008 at 23:47

    …negli anni ho capito che i bambini, proprio perchè “purificati” da intenti artistici o pseduo tali, che fanno invece parte di noi adulti, non si pongono neanche il problema di capire che cos’è l’arte. ma siccome l’arte ha anche molto a che fare con l’istinto e la capacità – mischiata a saggezza, oltre ovviamente alla cultura personale di ognuno – di saper tradurre i propri sentimenti e saperli mettere a disposizione degli altri, trovo che i bambini abbiano molto da insegnarci…soprattutto quando per loro il disegno è un mezzo anche per comunicarci la loro sofferenza.

  2. 2 Anna
    8 febbraio, 2008 at 9:16

    Sono d’accordo!

  3. 3 stelladilaura
    23 giugno, 2010 at 7:42

    concordo anch’io! <3
    i bambini attraverso i disegni comunicano i loro pensieri, le loro paure, i loro sogni. disegnare è un linguaggio di cui hanno padronanza, ecco che colgono facilmente anche le emozioni degli altri perchè sintonizzati sulla stessa frequenza.